News

Conceria Tris per la sostenibilità ambientale: la cogenerazione

Si può essere sempre più rispettosi dell’ambiente, facendo di anno in anno un passo in più? Secondo noi, sì. Ed è per questo che abbiamo installato, in Conceria Tris, un impianto di cogenerazione, in collaborazione con BioBrent Srl, di Noventa Vicentina.

L’impianto, già attivo, ci consente di risparmiare nell'utilizzo di energia primaria, di emettere meno sostanze dannose per l’ambiente (in particolare, gli ossidi di azoto) ed anidride carbonica e, insieme, di abbattere i costi, garantendo massime performance produttive.

LA COGENERAZIONE: DI COSA STIAMO PARLANDO?

La cogenerazione è un processo che permette di produrre in modo simultaneo energia elettrica e calore, mediante un’unica fonte fossile o rinnovabile (gas naturale, biogas, olio vegetale, ecc). L’energia prodotta viene applicata sia in ambito produttivo-industriale, civile, terziario, civile, sia per il riscaldamento di qualsiasi tipologia di edificio (case private, centri commerciali, uffici, ospedali, ecc). In ambito prettamente industriale, oltre al settore conciario e tessile, la cogenerazione viene impiegata anche in ambito agro-alimentare, nelle cartiere, nelle industrie plastiche, farmaceutiche, chimiche, nelle raffinerie, ecc.

cogeneratore
Esempio di un impianto di cogenerazione

 
I BENEFICI AMBIENTALI DELLA COGENERAZIONE

La cogenerazione è, da anni, riconosciuta nel mondo come più pulita e più economica rispetto ai sistemi di generazione centralizzata.

A livello ambientale, le aziende che scelgono di adottare un impianto di cogenerazione:

  • diminuiscono lo sfruttamento di energia primaria
  • riducono le perdite di trasmissione
  • abbassano il livello di emissione di CO2 e di Nox, grazie all'impiego di gas naturale
 
LA COGENERAZIONE NEL CONCRETO: DUE ESEMPI*

Nell'ambito alimentare, ad esempio, un impianto di cogenerazione realizzato con un motore da 1.000 kWe consente un risparmio di energia primaria fino al 20% e un risparmio, in termini economici, superiore al 30%. L’impianto recupera il calore proveniente dal raffreddamento del motore per la produzione di acqua calda e dai fumi di scarico per la produzione di vapore, che verrà poi utilizzato nel processo produttivo.

Nell'ambito chimico, invece, un impianto con un motore da 500 kWe consente un risparmio energetico superiore al 20% e un risparmio, in termini economici, superiore al 25%.
L’impianto recupera il calore proveniente dal raffreddamento del motore e dai fumi di scarico per la produzione di acqua calda utilizzata nei processi produttivi.

PERCHÉ L’ABBIAMO SCELTA

In primis, perchè amiamo l’ambiente in cui viviamo e lavoriamo. Il nostro processo produttivo necessita, ogni giorno, di grandi quantità di energia e, per questo, abbiamo scelto di adottare una soluzione che ci consente di risparmiare l’emissione di sostanze pericolose per l’ambiente circostante e, insieme, di abbattere i costi.


Cogliamo l’occasione per ringraziare BioBrent Srl per averci supportato nel nostro percorso verso la tutela del nostro territorio e verso la sostenibilità ambientale.

 

 

* Dati BioBrent Srl

 

 

<<